Home•       •Paintings•       •Biography•       •Press Release•       • Awards•       •Contact


Giampaolo SASSANO
Contemporary Artist

:: English ::

:: French ::

:: Italian ::

RESUME ARTISTICO DI GIAMPAOLO SASSANO

Data di nascita: 23/04/1937, Udine, Italia.

Studi: Dottorato in Science Geologiche, 1962, Università dgli Studi di Milano, Italia.

Dottorato in Geologia Economica, 1972, Università dellAlberta, Canada.

Formazione artistica: Liceo Scientifico G. Marinelli, Udine, Italia.

Disciplina: Pittura a olio, acrilico, scultura e altri media. 


ESPOSIZIONI

Dal 1985 al 1987 - Concours International de Peinture, Menzione dOnore, Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

Dal 1988 al 1998 - Certificati al merito artistico, Exposition dArt Contemporéen, Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

1994 - Esposizione dArte Moderna, Semaine Italienne, Congrès des Italo-Canadiens, Montréal, Canada.

De 1994 à 1996 - Exposition des peintres du Friul, Menzione dOnore, Montréal, Canada.

1996 - Primo Premio, Exposition des peintres du Friul, Edmonton, Alta, Canada.

1998 - Exposition de toutes tendances et Disciplines, Menzione dOnore, Galerie Régence à Braine- lAlleud, Belgique.

1998 - Gala International des Arts Visuels, Grand Prix dExcellence, Réalités figurative, Centre Pierre Péladeau, Montréal, Canada.

De 1999 à 2002 - Esposizione dArte Contemporanea, Certificati al merito artistico Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

2002 - Exposition Une époque en Art, 7e édition, St- Basile Le-Grand, Canada.

2002 - Esposizione Trio, Magia dellArte 2002, Club Mount Stephen, Montréal, Canada

2002 - Esposizione Duo, Galerie Espace Parcours, Montréal, Canada.

2003 - XIV Esposizione dArte Contemporanea, Certificato al merito artistico, Centre Culturel Italian du Québec, Montréal, Canada.

2003 - Esposizione Collettiva Galerie Port Maurice, St- Leonard, Québec, Canada.

2003 - Esposizione Duo Artisti Italiani dOltremare, Museo Civico dArte Contemporanea, Gibellina, Palermo, Italia.

2003 - 20e Gran Gala International des Arts Visuels, Chateu Dufresne, Médaille dOr, Montréal, Canada.

2004 - XV Esposizione dArte Contemporanea, Certificato al merito artistico, Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

2004 - Esposizione Solo, Evoluzione dun Artista, Galleria Umberto Bruni, Centro Leonardo da Vinci, St- Leonard, Québec, Canada.

2004 - Esposizione Solo, La Maison du Patriotte Rassette, Vaudreuil-Dorion, Québec, Canada.

2005 - Esposizione Solo, Galleria La Loggia, Udine, Italie.

2005 - XVI Esposizione dArte Contemporanea, Certificato al merito artistico, Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

2005 - Esposizione Collettiva Arte, Amore e Poesia, Galerie du Ruisseau, Laval, Canada.

2006 - Esposizione Solo, la Maison du Patriote Racette, Vaudreuil-Dorion, Québec, Canada.

2006 - XVII Esposizione dArte Contemporanea, Cerificato al merito artistico, Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

2006 - Esposizione Collettiva, Settimana Italiana, Maison dItalie, Montréal, Canada.

2007 - XVIII Esposizione dArte Contemporanea, Cerificato al merito artistico, Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

2008 - Esposizione duo (Ranco-Sassano), Galerie du Ruisseau, Laval, Québec, Canada.

2008 - Esposizione Collettiva, Fogolar Furlan, CEGEP G. Godin, Ste-Genévievé, Québec, Canada.

2008 - Esposizione solo ‘Sognare a Colori’, Centro Leonardo Da Vinci, St-Leonard, Québec, Canada.

2008 - XIX Esposizione d’Arte Contemporanea, Certificato al Merito artistico, Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

2008 - Esposizione Colletiva, Gallerie Frezza-Lesage, Octobre, Montréal, Canada.

2008 - 25e Concours-Gala International des Arts Visuels Son Et lumiere, CAPSQ, Novembre, Montréal, Canada.

2008 - Esposizione Collettiva, Galerie du Ruisseau, Longueuil, Québec, Canada.

2008 - Esposizione Collettiva, Gallerie Frezza-Lasage, Décembre, Montréal, Canada.

2009 - XX Esposizione d’ Arte Contemporanea, Targa Ricordo, Centre Culturel Italien du Québec, Montréal, Canada.

2009 - Esposizione Collettiva “Sept Nations”, Maison des Arts de Laval, Saite-Rose, Québec, Canada.

2010 - Esposizione solo “Archéologie du Voir”, Salle  André Mathieu, Laval, Québec, Canada.

2010 - Esposizione solo “À la limite de la Réalité’’, Centre d’Arts, Sainte-Rose, Laval, Québec, Canada.

2010 - Esposizione Collettiva, Galerie Rouge Tambour,  Sainte-Rose, Laval, Québec, Canada.

2010 - Esposizione Collettiva, Galerie de Ruisseau, Sainte-Dorothée, Laval, Québec, Canada.

2011 - Espositione permanente , Galerie Rouge Tambour, Sainte-Rose, Laval, Québec, Canada.

2011 - Espositione di Arte Contemporanea, “Italia, 150 anni d’Arte“, Centre Culturel Italien du Québec, Casa d’Italia, Montréal, Canada.

2012 - Esposizione Collettiva “Cinq Nations”, La Vue en Bleu, Sainte-Rose, Québec, Canada.

2012 - Esposizione Collettiva, “ Hommage au Friul”, Settimana Italiana, Maison d’Italie, Montréal, Québec, Canada.

2012 - Esposizione Collettiva, Settimana Italiana, Petite Italie, Montréal, Canada.


Le opere di Giampaolo Sassano fanno parte di numerose collezioni private e pubbliche. Esse possono essere ammirate nelle seguenti località:

Museo Civico d’Arte Contemporanea, Gibellina, Palermo, Italia.

Musée Canadien de la Civilisation, Ottawa, Ontario,Canada.

Maison d’Italie, Montréal, Québec, Canada.

Église Santa Monica, Montréal, Québec, Canada.

Centro Leonardo da Vinci, St-Léonard, Québec, Canada.

Fogolar Furlan Chino Ermacora, Montréal, Québec, Canada.

Complexe Funéraires Groupe Yves Légaré, Laval, Québec, Canada.

Fondazione Comunitaria Italo-Canadese, St-Leonard, Québec, Canada.

Galerie Frezza-Lesage, Montréal, Québec, Canada.


 C.V.

Nato il 23 Aprile 1937, a Udine, Italia, Giampaolo Sassano completa i suoi studi nel 1962, conseguendo la laurea in Geologia all’Università degli Studi di Milano.

Nel 1972, ottiene un secondo dottorato all’Università dell’Alberta, Edmonton, ed accetta la cattedra di Geologia Economica all’Università Concordia di Montreal.

Giampaolo Sassano é convinto che l’artista da forma, colore ed immagine ai suoi fantasmi primordiali, nel tentativo di stabilire un dialogo estetico con il pubblico. Il suo mondo immaginario é popolato da figure metafisiche e surrealiste caratterizzate dalla precisione del tratto, dalla schematizzazione dei volumi e dal trattamento geometrico delle forme. Tuttavia, trascendendo questa rigidità che ci riporta all’essenziale, troviamo nelle sue tele una luce calorosa e mediterranea che richiama la dolcezza dell’Italia, patria natale dell’artista.

Il trattamento dinamico delle forme, a colori vivi, scompone lo spazio delle tele in piani sucessivi che evocano paesaggi del tutto irreali ed inventati.Le linee stilizzate ed i colori vivi generano, dunque, un sorprendente amalgama di personaggi fantasmagorici, integrati in paesaggi urbani metafisici, un universo onirico dove il mistero e la sensualità si fondono in un complesso armonioso ed elegante al limite della realtà .


CRITICA

Da tempi immemorabili gli artisti possiedono il potere di far scoprire, attraverso una percezzione visuale immediata, gli aspetti più complessi di una realtà artistica differente. Da questo punto di vista le opere di Giampaolo Sassano, che ha recentemente esposto al Centro Leonardo da Vinci di Montréal, si sono imposte alla nostra attenzione come sentieri artisti inediti e differenti che si incrociano e si orientano verso una autenticità di espressione piuttosto originale.

Con Giampaolo Sassano, l’oggettività pittorica prende un senso irreale e surrealista. Geologo di formazione, Sassano ha scelto la sua professione per amore della natura, la pittura per pura passione dell’arte. Le sue opere sono decisamente marcate dalla severità di una natura selvaggia che ama gli orizzonti sconfinati e desertici. La precisione del tratto, la semplicità delle figure femminili ed il tratamento geometrico delle forme definiscono una spazio metafisico che ci riporta all’essenziale.

Ma oltre questa severità iniziale, esiste nei quadri di Sassano una luminosità calorosa e sorprendente che ci riporta ad un ambiente evocante la dolcezza naturale dell’italia e del Mediterraneo. Il tratto dinamico dei volumi, I colori vivacissimi dei soggetti e la rappresentazione schematica dell’insieme, tutto contribuisce a dividere le tele in piani pittorici successivi che evocano un ambiente totalmente inventato e surreale.

Jules Arbec, Critico d’Arte.


CRITICA

Ancora oggi, dopo secoli di vita intelligente su questo pianeta, dove centinaia di civilizzazioni e milioni di esseri umani hanno sovente vissuto la loro vita in condizioni estreme e quasi sempre precarie, certi obiettivi umani, come la creazione artistica, conservano ostinatamente l’impronta del mistero.

Gli esseri umani, nel loro sforzo di adomesticare la natura e di comprendere la vera essenza della vita, sono riusciti, usando l’arte, a sopravvivere difendendosi dalle molteplici agressioni che li hanno sovente minacciati. Fin dagli inizi, l’arte é stata un’alleata indispensabile sia dell’urgente desiderio umano di comprendere il mondo, sia dell’ardente necessità di situare la specie umana sideralmente e temporalmente nell’universo.

Nonostante questo sforzo immane, l’ arte è rimasta un vero enigma, un dolce mistero che, malgrado tutto, non sembra essere disposto a rivelarsi. E con ragione, dato che levare il velo che maschera la creazione artistica è come togliere la nebbia che circonda l’origine della vita e la sua finalità.

L’arte é tutto quello che l’Homo Sapiens pratica, possiede o deve possedere: una magnifica cultura, che si espande largamente sull’arco dell’espressione artistica, come la vita che si nutre di spiritualità, e viceversa…. Ed allora, contrariamente a quello che si crede, vediamo talvolta nascere e svilupparsi un nuovo creatore artistico da settori d’attività del tutto inusitati. Questo é il caso di Giampaolo Sassano, geologo di professione, che senza far rumore, con gioia ed allegria piuttosto che con dolore, rivendica, da pittore moderno - ma anche semplicemente da uomo - la sua visione del mondo.

Ma chi é Giampaolo Sassano? Nato a Udine, il 23 Aprile 1937, si interessa di arte sin dalla sua più tenera infanzia, aprofittando di una esperienza scolastica che lo porta a conoscere diverse tecniche legate alla pittura. La sua insaziabile curiosità lo spinge ugualmente verso le scienze, l’archeologia e le attività sportive. Sono naturalmente le scienze naturali che catturano finalmente la sua attenzione e lo portano a consacrare la sua vita alla Geologia, una carriera che gli procurerà grandi soddisfazioni e numerosi riconoscimenti professionali.

Nel 1966, Giampaolo Sassano emigra in Canada, dopo aver ottenuto un dottorato in geologia all’Università degli Studi di Milano, e dopo aver lavorato per due anni in Turchia, dove partecipa a diverse campagne geologiche ed a diversi scavi archeologici. In Canada, esercita la sua professione nel Territori del Nord West, in Saskatchewan, in British Columbia, nello Yukon ed in Alberta.

Nel 1972, ottiene un secondo dottorato all’Università dell’Alberta. Due anni più tardi decide di installarsi nella Provincia del Québec, dove accetta un posto di Professore di Geologia Economica e Giacimenti Minerari, all’Università Concordia di Montréal.

Dopo una carriera scientifica molto attiva, la passione originale di Giampaolo Sssano ritorna alla superfice, tanto che l’espressione pittorica occuperà gran parte dei suoi pensieri. A partire dal 1983, Sassano partecipa a numerose manifestazioni artistiche. Le sue opere, che si distinguono nettamente, vengono premiate nel seno della comunità Italo-canadese di Montréal, sia nel quadro delle attività del Circolo dei Pittori e Scultori del Québec, sia durante prestigiose manifestazioni organizzate in diverse località, principalmente al Club Mont Stephen di Montréal.

Ma la Geologia é veramente una scienza remota e distante dall’espressione artistica? Nell’esaminare il percorso pittorico di Giampaolo Sassano, bisogna constatare che, malgrado le apparenze, eistono forti legami tra le due passioni primordiali dell’artista, sebbene detti legami siano piuttosto indiretti….

Esaminiamo con attenzione! Quello che colpisce prima di tutto nei quadri di Sassano sono i colori. La sua gamma cromatica é costituita da numerosissimi toni puri : di gialli vivi, di rossi scintillanti e di blu stridenti. Una paletta calda, dunque, che non può fare a meno di evocare le forme stilizzate ed i colori contrastanti degli artisti del periodo Fauvista o quelli del movimento post-impressionista Nabis.

L’approccio pittorico di Sassano rivela il suo interesse per le dimensioni formali. L’artista ci offre dei paesaggi a colori vivissimi, con tinte piatte ad effetti decorativi che donano alla opere una grande purezza formale, frutto di una ricerca sullo spazio spirituale dell’artista, dove ogni elemento che anima la superfice della tela partecipa al suo dinamismo, alla sua vitalità espressiva; una vera particolarità dei lavori di Sassano. E sebbene riconosciamo che tutti I paragoni possono essere fallaci, possiamo rischiare un parallelo con certe opere di Giorgio De Chirico, a causa della drammatica sintetizzazione che sovente si nota nei quadri di Sassano : una suggestione metafisica che precipita lo spettatore in uno stato di riflessione intenso sulla natura stessa della realtà.

I legami tra la Geologia, l’Archeologia - un’altra passione dell’artista - e la pittura si tessono anche nell’incessante desiderio che spinge tutti gli esseri viventi, dotati di intelligenza, a localizzarsi nell’universo non solo come individui ma anche, e sopra tutto, come veri membri della specie umana. L’una e l’altra di queste attività fanno ugualmente appello a delle inclinazioni che, sebbene elementari, non sono meno fondamentali : imparare a vedere, imparare a conoscere il mondo che ci circonda per perforare il muro delle apparenze nel tentativo di catturare la sfuggente parcella della irrealtà umana.

Allora la prossima volta che avrete la possibilità di ammirare un’opera di Giampaolo Sassano voi condividerete più di una semplice immagine colorata. Voi abbraccerete una certa parte dell’anima dell’artista e forse riuscirete a catturare anche una parte sconosciuta della vostra. Sicuramente aprirete gli occhi su un universo pittorico fertile di ricerca e ricco di cose che sono ancora da scoprire.

Robert Bernier, Critico d’Arte.


CRITICA

Larte di Giampaolo Sassano, con le sue figure femminili assorte in una malinconia ermetica, gli spazi sospesi tra sogno e realtà, si può facilmente definire poesia.

Perché proprio come lo stile di De Chirico, la pittura di Sassano rievoca lo spazio senza tempo, proprio della metafisica pura, che va aldilà della realtà razionale per cogliere i misteri dellesistenza umana celati dietro laspetto apparente delle cose.

Giampaolo Sassano riporta la pittura contemporanea allo stile della grande arte italiana del Quattrocento rinascimentale. Le forme delle figure rappresentate nelle sue opere sono certe volte ambigue ma hanno tuttavia una natura geometrica, solida, tipica del periodo metafisico dellattività artistica di Carrà a cui non é estraneo linflusso cubista. Nei quadri dellartista le donne, molto simili alle corai (fanciulle) della statuaria greca, con il loro sorriso divino e la loro simmetrica fissità, rimandano losservatore ai periodi classici dellarcheologia greca. In loro si può percepire la plasticità, il tutto-tondo greco, per cui la materia pittorica con la quale sono composte, diventa la materia del pentelico bianco, del marmo antico, prassitelico.

Questa pittura così classica riprende quella degli artisti del Novecento, il cui capostipite era Sironi. Già lo stesso dipinto Tempo sospeso indica e conferma la stretta connessione con la metafisica dechirichiana. Altri quadri che possono far pensare allartista sono Persa nei suoi pensieri, Gibellina, La scala, la Musicista del circo, nei quali gli edifici, i carozzoni del circo, nella loro gelidità, nella loro tragica vuotezza, rimandano alla raggelata staticità del Pictor Classicus di De Chirico. Le piazze tacite di De Chirico, dove la presenza umana é quasi totalmente assente, sono caratterizzate da ombre allungate che fanno assumere alla prospettiva un tono angosciante. Le donne di Giampaolo Sassano, più che manichini legnosi e composti tra squadre e righelli, tipici di De Chirico, fanno pensare alle figure della metafisica di Carrà per la volumetria del corpo, assimilabile a dei solidi geometrici il cui sguardo é assorto in modo tale da guardare il mondo senza vederlo.

Pur richiamando nella tecnica le opere di De Chirico, Sassano si distingue per i colori complementari, forti, mediterranei, i colori caldi dellarcobaleno; e mentre lartista greco della metafisica sceglie i temi dalla fantasia classica greca affollando le tele di vaticinatori, trovatori, filosofi, poeti e pensatori, il repertorio di Giampaolo Sassano é preso dalle donne comuni, quotidiane e familiari. Tuttavia nessun dipinto riprende questi richiami come il Vero ritratto di una donna inesistente, una vera Gioconda Siciliana che fa della pittura di Sassano un monumento di irrealismo magico.

Giovanni Miani, Critico dArte
 

 

Home•       •Paintings•       •Biography•       •Press Release•       • Awards•       •Contact

Copyright © 2012 GiampaoloSassano.com
All rights reserved.

www.000webhost.com